Con la comparsa di Bitcoin Cash destinata a un’altra divisione della catena questo novembre, Bitcoin Cash Node crede di essere pronto a guidare il progetto.

Con la comunità Bitcoin Cash divisa ancora una volta, i sostenitori dell’implementazione alternativa ‚Bitcoin Cash Node‘ ora credono di avere la maggioranza dei minatori alle spalle.

I sostenitori del Bitcoin Cash Node o BCHN

I sostenitori del Bitcoin Cash Node o BCHN hanno rifiutato l’ultimo aggiornamento della Bitcoin Future, che richiederebbe ai minatori di donare l’8% di tutte le monete appena coniate ad un fondo di sviluppo a partire da novembre. Un Redditor ha accusato Amaury Sechet, sviluppatore capo di Bitcoin ABC, di „aver scelto di creare la sua moneta (biforcuta) che paga un indirizzo l’8% dei fondi coniati“.

Tuttavia, Sechet ha detto al Cointelegraph che crede che BCHN non abbia le risorse necessarie per mantenere la propria catena indipendente da Bitcoin ABC, prevedendo che BCHN rischierebbe di essere rapidamente spazzata via dall’esistenza in caso di tentativo di forchetta a novembre.

Il Cointelegraph ha parlato con NilacTheGrim, un sostenitore del BCHN che ha chiesto le dimissioni di Sechet, per saperne di più sulla visione di BCHN per Bitcoin Cash.

Nilac ha detto al Cointelegraph che l’esito ideale della disputa di BCH vedrebbe „l’intero ecosistema rifiutare clamorosamente questo cambiamento alla ricompensa della base monetaria, e dove Bitcoin ABC ha perso tutta la sua rilevanza sul mercato per aver tentato di fare ciò che ha fatto“.

Nilac afferma che BCHN ha il sostegno delle grandi piscine minerarie cinesi, esprimendo il dubbio che BCH si biforcherà a novembre:

„Il nostro codice è più veloce. Abbiamo un API minerario molto più veloce. I minatori stavano già installando il nostro software prima di quest’ultimo round di polemiche. A loro piace il nostro nodo perché ha meno latenza per le chiamate minerarie, il che riduce il rischio di blocco orfano quando si estrae“.

Sulla questione del finanziamento degli sviluppatori, Nilac ha detto che BCHN è „già ben finanziato“.

„L’ecosistema ci ha finanziato con oltre 700.000 dollari e questo solo dopo 6 mesi di esistenza. Alcuni dei nostri collaboratori sono anche loro stessi finanziati individualmente. Abbiamo fondi a sufficienza“, ha detto.

Su Reddit, i sostenitori sostengono che fino al 60% dei minatori sono dietro di loro.

Amaury Sechet: BCHN destinato a fallire

Parlando al Cointelegraph, il Sechet della Bitcoin ABC ha respinto le possibilità di BCHN di sopravvivere autonomamente.

„Mettere sotto pressione qualcosa da zero è un compito molto difficile“, ha detto Sechet.

„Calvin Ayre ha speso molti milioni per BSV e può a malapena competere con Bitcoin Cash anche con tutti i suoi problemi. BCHN si troverà in una posizione simile, ma senza il tipo di risorse che Calvin Ayre ha – questo sarà un punto molto difficile in cui trovarsi“.

Sechet prevede che BCHN incontrerà „problemi di manutenzione“ a causa della mancanza di fondi, affermando che „al momento si affidano semplicemente al nostro team per la maggior parte del lavoro di manutenzione, ma che la capacità diminuirà se andranno per la loro strada“.

Sechet prevede anche che le „continue lotte intestine che hanno trascinato Bitcoin Cash fin dall’inizio“ „affliggeranno“ BCHN, affermando che il progetto non ha una roadmap e quindi non ha una visione chiara per il futuro.

Nonostante le sfide che ci attendono, Nilac afferma che BCHN ha attratto „le menti più brillanti nello sviluppo di Bitcoin Cash“.

„Siamo la nuova startup per cui tutti vogliono lavorare“, ha concluso.