Un percorso verso il decentramento

Bharath Chari, portavoce della XRP Ledger Foundation (XRPLF), recentemente istituita, ha dissipato le voci sul fatto che Ripple si sia allontanato dall’XRP Ledger in un’intervista del 28 settembre con Forbes.

Quando gli è stato chiesto se la blockchain company di San Francisco avrebbe Bitcoin Up continuato a investire nell’XRPLF, ha risposto che il fondo considera ancora Ripple come uno „sviluppatore chiave“:

„L’XRPLF vede ancora Ripple come uno sviluppatore chiave sia per gli aspetti tecnici che per quelli commerciali dell’XRPL. Inoltre, l’XRPLF è solo un’entità che promette di agire nel migliore interesse dell’XRPL“.

Aggiunge che si aspetta che Ripple continui a dedicare risorse all’XRPL.

Uno sforzo congiunto
Come riportato da U.Today, l’XRPLF è stato introdotto in molte fanfare il 24 settembre per far progredire lo sviluppo dell’XRPL dopo aver ottenuto 6,5 milioni di dollari di sovvenzioni da Ripple, GateHub e Coil.

Il suo lancio, tuttavia, ha portato ad alcune speculazioni sul fatto che Ripple stesse o meno pianificando di prendere le distanze da XRPL, ma non è il caso.

Non era inoltre chiaro come l’XRPLF avrebbe coesistito con altri progetti che hanno obiettivi simili. Parlando del braccio di sviluppo di Ripple Xpring, Chari osserva che sarebbe una scelta più adatta per quegli sviluppatori che cercano finanziamenti per progetti diversi, dato che il suo fondo è focalizzato esclusivamente su XRPL:

„L’XRPLF, di per sé, è più coinvolto nel più ampio campo di applicazione dell’XRPL, e nell’evoluzione del codice di base, inclusa la sicurezza, la scalabilità, la sostenibilità e l’impatto sociale. Ciò significa che non saremo in competizione con gli sviluppatori nella creazione di livelli applicativi“.

Un percorso verso il decentramento

Uno dei suoi principali obiettivi menzionati nell’annuncio era la creazione di una lista di nodi unica (UNL):

„Essendo aperto, ogni nodo dell’XRPL è libero di scegliere i validatori di cui si fida, anche manualmente“.

Ripple Labs avrebbe sollevato problemi di centralizzazione mantenendo tutti i nodi validatori raccomandati.

XRP
Immagine da minivalist.cinn.app
Fino al giugno 2018, Ripple aveva il controllo di tutti i nodi. I suoi sforzi per portare più terze parti non erano abbastanza convincenti per i critici della società, ma iniziative come XRPLF stanno contribuendo a rendere la rete più decentralizzata.